NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Come cambiano le modalità di impiego dei prodotti | Dimensione Pulito
IGIENE & AMBIENTE - ULTIMO NUMEROIgiene e Ambiente

Come cambiano le modalità di impiego dei prodotti

Consiglio al lettore di avere pazienza nel leggermi perché sono sotto shock. Il 7 di novembre di quest’anno ho partecipato a un Corso di formazione professionale a Cologno Monzese, provincia di Milano, durante il quale Alberto Baseggio ha, da par suo, esposto gli assi cartesiani in cui ci ritroveremo presto tutti invischiati. Cerco di riassumerli chiedendo venia al docente per le eventuali imprecisioni, ma credo di essere nel vero per quanto concerne l’essenza. Premetto che i concetti esposti da Baseggio rispecchiano la realtà dei fatti, il che non ne mitiga l’assurdità. Fra i principi attivi “approvati” c’è la permetrina ma le aziende potranno ottenere la registrazione solo se il prodotto avrà il 5% di p.a. (chissà perché alla cipermetrina è concesso il 10%), è utilizzabile solo negli interni (alla cipermetrina sono concesse anche le immediate adiacenze degli edifici, però con probabile esclusione dei marciapiedi), l’uso è consentito negli edifici pubblici e privati, uso zootecnico, uso industriale, i parassiti target sono blatte, acari, zecche, mosche e zanzare ma solo quelle che volano negli interni degli edifici, (per la cipermetrina mosche, blatte, pulce del gatto – quindi non quella del cane – e le formiche). Importante: In nessun p.a. approvato (*) sono contemplati gli insetti della filiera alimentare! Se ne sono dimenticati? Oppure nella confusione delle tante Commissioni si è perso il libro di entomologia? Nell’assurdo caso che la “dimenticanza” avesse un motivo almeno ce lo spieghino. In fondo non si può dormire sonni tranquilli quando nel nostro lavoro irrompe l’assurdo. Allo sgomento subentra l’irritazione di pensare che quelle tante Commissioni rappresentano un costo (che immagino non di poco conto) e mi sale la pressione! Per fortuna mi viene in aiuto l’ironia di Pirandello (Luigi): “Oh, signore, lei sa bene che la vita è piena d’infinite assurdità, le quali sfacciatamente non han neppure bisogno di parer verosimili; perché sono vere”. Rifugiarsi nelle citazioni può essere di consolazione, ma la sensazione di assistere a un film dell’orrore resta. Di conseguenza vengo folgorato da un’idea che mi sembra geniale: “In una disinfestazione causata da un’invasione di Tribolium (magari il castaneum che differisce dal T. confusum per la forma clavata delle antenne) si scriverà che è attuata per eliminare una mosca che per caso passava di lì e se qualche Tribolium muore pazienza (in fondo lo dice il nome: Tribolio da tribolazione) quindi un danno collaterale è accettabile”. Non faccio in tempo a finire il mio eloquio a parer mio “sarcasticamente intelligente” che vengo apostrofato da un commento: “La solita cosa all’italiana”. Vorrei replicare e difendermi dicendo che “le lunghe leggi sono delle calamità pubbliche”, ma vengo trattenuto ricordandomi che chi ha scritto questa massima è stato ghigliottinato. Mi siedo e condivido le parole di Debora Cazzaro, Managing Director di India e coordinatrice dell’evento, la quale sottolinea il fatto che in un mercato ballerino dove sempre meno si può contare sulla fedeltà dei clienti è necessario inventarsi degli escamotage marketing-commerciali adeguati all’evolversi della realtà, per cui mi convinco che è sempre più importante premiare chi mette impegno professionale nel dare giuste, corrette e complete informazioni, perché solo avendo dei buoni compagni di viaggio si arriverà lontano e in sicurezza.
Vi sarebbero altre perle di saggezza, ad esempio quella dell’autore dell’elogio alla follia tale Erasmo da Rotterdam: “Non vi è nulla di così assurdo che l’abitudine non renda accettabile”, ma è altrettanto vero che mentre “noi ci abituiamo” e lavoriamo altri legiferano, non sempre in modo illuminato. Direi quindi che varrebbe la pena di organizzare un “contro canto fuori dal coro” che cerchi di riportare un poco di buon senso: in fondo le patologie veicolate dagli insetti sono in aumento e per quanto possa sembrare inutile è pur vero che “Se in un primo momento l’idea non è assurda, allora non c’è nessuna speranza che si realizzi” e se l’ha detto Albert Einstein potremmo anche provarci e insieme riuscirci.

(*) lista insetticidi biocidi piretroidi fotostabili, caratterizzati da azione residuale di varia natura, approvati: alfa-cipermetrina, ciflutrin, cipermetrina, deltametrina, permetrina; in revisione la cifenotrina.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.