NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Economia civile d’impresa: presentato il primo volume dei Quaderni de Il Quinto Ampliamento
News

Economia civile d’impresa: presentato il primo volume dei Quaderni de Il Quinto Ampliamento

Il volume è dedicato a “Il nuovo modello di Impresa civile. Nella tradizione italiana, come uscire dal ‘900 rinnovando cultura, scopo e modello di Impresa”

L’Associazione Il Quinto Ampliamento, nata con l’obiettivo di promuovere un rinnovato modello d’impresa, ha presentato il primo volume dei Quaderni de Il Quinto Ampliamento, dedicato all’economia civile d’impresa, al fine di portare l’attenzione pubblica sul tema della responsabilità d’impresa.

La presentazione si è tenuta martedì 12 marzo durante l’evento “Il nuovo modello di Impresa civile. Nella tradizione italiana, come uscire dal ‘900 rinnovando cultura, scopo e modello di Impresa” che l’associazione Il Quinto Ampliamento ha organizzato insieme a Message e Teon con la collaborazione del Politecnico di Milano, che ne ha ospitato lo svolgimento. L’evento è stato aperto dagli interventi di Alberto Zambolin e Stefano Zamagni, rispettivamente Vicepresidente e Presidente de Il Quinto Ampliamento e di Mario Calderini, Full professor del Politecnico di Milano.

A seguire si è entrati nel dettaglio dei contenuti del Quaderno con gli interventi di Alessandro Giaume – Innovation Director Ars et Inventio – sulle “Technologies for good: Blockchain e filiera di impresa. Come le tecnologie possono intervenire per migliorare i processi aziendali e servire nuovi scopi” e di Francesco Marconi – Managing Partner di Andersen Tax & Legal – su “Società benefit e B-Corp: quando la forma giuridica guida il cambiamento, indica la strada e fissa le idee in una nuova governance”.

Il primo intervento è stato quindi dedicato all’approfondimento della tecnologia della blockchain e di come quest’ultima, messa al servizio della filiera di un prodotto, possa farsi garante della tracciabilità totale della stessa certificando le buone pratiche e la sostenibilità complessiva del prodotto e del processo produttivo in tutti i suoi step. Il gruppo di lavoro che ha approfondito questo tema, coordinato da Alessandro Giaume, ha analizzato le possibili applicazioni di questa tecnologia per capire come essa possa concretamente supportare e abilitare il raggiungimento degli obiettivi primari di un’impresa civile, delineando una struttura organizzativa e normativa che possa consentire l’applicazione dei principi dell’Economia Civile a un ambito territoriale.

Il secondo intervento è stato dedicato alle forme giuridiche e alle certificazioni esistenti in tema di economia civile e benefit corporation. Le prime forme di regolamentazione normativa delle società benefit arrivano dagli USA che hanno introdotto a livello statale – per primo il Delaware nel 2010 – una normativa specifica per superare gli ostacoli alla costituzione di società volte a perseguire anche scopi sociali oltre a quello del profitto.  Nasce così la forma giuridica della Benefit Corporation che fa da precorritrice per l’introduzione in Italia nel 2015 – primo paese in Europa a dotarsi di tale normativa – della regolamentazione dedicata alle Società Benefit, ovvero quelle imprese che uniscono lo scopo di lucro con l’obiettivo di migliorare il contesto ambientale e sociale nel quale operano.

Un ulteriore approfondimento è stato dedicato da Francesco Marconi alla certificazione B-Corp, emessa da una no-profit privata (B-Lab), che rappresenta uno standard di valutazione esterno assegnato da una parte terza che richiede alle società di rendere pubblico il punteggio ottenuto tramite il protocollo B Impact Assessment. Ad ottobre 2017 risultavano 2263 B-Corp certificate appartenenti a 130 settori e oltre 50 Paesi diversi. 54 si trovano in Italia, primo Paese in Europa per numero di B-Corp.

All’interno del primo volume de I Quaderni de Il Quinto Ampliamento trovano poi spazio anche altri due approfondimenti dedicati al rinnovamento del rapporto tra impresa e cultura in Italia (Impresa e Cultura oltre il Disastro) e all’individuazione di princìpi, tecniche e scopi che la comunicazione si deve prefiggere per essere in linea con i più ampi aneliti di un’impresa “civile” (Per una comunicazione civile).

I Quaderni de Il Quinto Ampliamento saranno anche oggetto di una seconda presentazione che si terrà venerdì 12 aprile alle ore 17.30 presso Palazzo Merulana a Roma. Introdurrà i lavori il prof. Stefano Zamagni, Presidente de Il Quinto Ampliamento, interverranno Alberto Zambolin – Vicepresidente de Il Quinto Ampliamento – Alessandro Giaume – Innovation Director Ars et Inventio – e Michele Trimarchi – Presidente di Tools for Culture – con la moderazione di Enrico Fontana, Responsabile Ufficio Economia Civile di Legambiente.

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.