NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Cleaning Management, la tavola rotonda al Kilometro Rosso
News

Cleaning Management, la tavola rotonda al Kilometro Rosso

Il confronto sui temi del Facility Management, condotto da Stefania Verrienti, si è svolto lo scorso 18 novembre durante la presentazione del Corso di Alta Formazione in Cleaning Management promosso da Fra.Mar S.p.A.

La prima sessione del Corso di Alta Formazione in Cleaning Management, promosso da Fra.Mar S.p.A. in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo, si è svolta lo scorso 18 novembre, presso la Sala Energia del Kilometro Rosso. L’obiettivo è fornire le conoscenze relative ai metodi, alle tecniche e agli strumenti per la gestione delle attività connesse alla pulizia e alla igienizzazione degli ambienti commerciali e civili, offrendo una panoramica sulle tecnologie disponibili nel mondo del pulito.

Durante la presentazione del corso si è svolta anche una tavola rotonda moderata dal Segretario Generale di Afidamp (Associazione che riunisce i fornitori italiani di prodotti e tecnologie per la pulizia professionale), Stefania Verrienti, che ha condotto il dibattito sui temi del Facility Management i cui servizi non devono essere visti come qualcosa di marginale ma di sostanziale per la società. Basandosi su un’indagine condotta da Afidamp, Verrienti ha rivelato che per ben il 47% dei cittadini la pulizia è il primo indicatore della qualità della vita.

Partendo da questi concetti si è svolto un confronto molto interessante fra i relatori rappresentati da Simone Maffeis, direttore generale dell’impresa di pulizie FRAMAR, Massimo Totaro, responsabile servizio prevenzione e protezione di ATS BERGAMO, Maurizio Vittori, responsabile agronomico dell’azienda agricola MIOORTO, Emilio Bellingardi Direttore Generale di SACBO (società che gestisce l’aeroporto di Orio al Serio), Alessandro Cianciaruso, amministratore delegato SEAS (società che si occupa della manutenzione degli aeromobili Ryanair), Vladimiro Carminati responsabile di stabilimento di BREMBO, Gaetano Bonvini direttore vendite di IPC GROUP (società produttrice di macchine e attrezzature per la pulizia professionale). 

Ne è emersa da una parte la necessità di dare più valore e attenzione al settore della pulizia professionale, dall’altra è stata sottolineata l’importanza della formazione. Questa deve avvenire a due livelli: quella dell’operatore base che deve essere formato dal punto di vista tecnico, ma anche reso consapevole dell’importanza del proprio ruolo.  E quella del cleaning manager al quale è affidata una funzione chiave. Infatti, fungendo da trait d’union tra il committente e l’impresa, è colui che può realizzare una sinergia tra i due soggetti che devono perseguire un obiettivo comune: la garanzia del risultato.

La tavola rotonda è stata preceduta dai saluti introduttivi di Sergio Cavalieri – Prorettore Università degli Studi di Bergamo e Direttore del corso, di Edoardo Ezio Della Torre – Direttore School of Management Scuola di Alta Formazione, di Riccardo Calvi – Direttore Sviluppo Applicazioni SIAD S.p.A., di Giorgio Berta, Presidente Fondazione Teatro Donizetti, di Roberto Callieri – Amministratore Delegato Italcementi S.p.A., e Di Francesco Maffeis, Presidente di Fra.Mar S.p.A. 

Il percorso formativo del Corso di Alta Formazione in Cleaning Management abbraccia un’ampia struttura conoscitiva. Per gli insegnamenti è stato incaricato a contratto dall’Università degli Studi di Bergamo il Dott. Giulio Guizzi di Brescia, ambassador Afidamp e autore di Pulizia igienica e sanificazione: la sporca storia del pulito (LSWR Edizioni). 

La prima lezione del corso si è svolta venerdì 22 novembre e ha riguardato la percezione e i concetti generali della scienza dell’igiene e della rimozione dello sporco attraverso i tempi, di cui il libro di Guizzi fornisce le linee guida. Le lezioni successive tratteranno di marketing dei servizi, sistemi di gestione ambientale, salute e sicurezza, contrattualistica e aspetti legali, pianificazione degli interventi, gestione della manutenzione degli impianti e visite aziendali.

Per l’occasione saranno presenti in aula sia le macchine di più recente progettazione, novità innovative nell’ambito del cleaning, sia le antiche macchine lignee di metà Ottocento che costituiscono il tesoro del Museo del Pulito Guizzi-Fra.Mar.

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.