NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
FISE Assoambiente: la fornitura di DPI è scarsa
News

FISE Assoambiente: la fornitura di DPI è scarsa

I dispositivi di protezione non sono sufficienti per tutti i 90mila addetti ai servizi di raccolta e gestione rifiuti

Le attività di igiene ambientale e gestione rifiuti rischiano di bloccarsi in diverse aree del Paese a causa dell’assenza di dispositivi individuali di protezione per gli addetti che, anche in piena emergenza COVID-19, stanno continuando a garantire i servizi pubblici ed essenziali di raccolta e gestione dei rifiuti urbani e speciali.

FISE Assoambiente (l’Associazione che rappresenta le imprese di igiene urbana, riciclo, recupero e smaltimento di rifiuti urbani e speciali ed attività di bonifica), tramite una lettera indirizzata al ministro dell’ambiente, chiede al Governo di assicurare un adeguato rifornimento di questi dispositivi alle imprese del settore e di valutare, in questa fase di emergenza, misure fiscali sui DPI per supportare le aziende. 

L’Associazione chiede al Ministero dell’Ambiente di attivarsi urgentemente allo scopo di fornire disposizioni chiare e coordinate, per ora lasciate solo all’iniziativa di poche Regioni, verso un settore che si trova impegnato in questo momento critico nel garantire servizi essenziali non interrompibili, e deve contemporaneamente operare  in un contesto di tendenziale riduzione del personale addetto ai servizi.

Le imprese sono oggi costrette a centellinare i dispositivi di sicurezza in dotazione ai dipendenti; senza la garanzia di adeguati rifornimenti, le imprese non potranno assicurare il servizio.

Si chiede inoltre al Governo di valutare l’imposizione di un’IVA agevolata (al 4%) per questi dispositivi, e la possibilità di detrarre i costi relativi in forma maggiorata. Questa agevolazione fiscale potrebbe alleggerire lo stato economico delle aziende in questa fase emergenziale e tutelerebbe fortemente i lavoratori. 

L’Associazione chiede inoltre il monitoraggio dell’andamento dei costi delle mascherine, che risulta oggi raddoppiato, al fine di evitare eventuali distorsioni.

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.