Prima PaginaIgiene e Ambiente

Una riseria “blindata”

Uno dei più estesi interventi mai effettuati anche valicando i confini nazionali

Cercando un intervento di allontanamento piccioni importante sono incappata in un servizio datato 1997 le cui dimensioni mi hanno stupito e, guarda caso, ho ritrovato Giampiero Stringa, responsabile della ditta Biblion Srl Area Nord.

Puoi descrivere questo caso?

Era proprio il 1997 e fui interpellato in una riseria a sud di Milano per un grave problema di piccioni. In effetti definirlo grave era un eufemismo, l’infestazione era paragonabile al film spaventevole Gli uccelli (The Birds) diretto, nel 1963, da Alfred Hitchcock e tratto dall’omonimo racconto di Daphne du Maurier, pubblicato nel 1953. Rammento che, nonostante la mia lunga esperienza, man mano che procedevo al sopralluogo mi dicevo che era meglio rinunciare.

Però non rinunciasti, come mai?

Un po’ perché ero consapevole che un’occasione così non mi sarebbe capitata mai più e anche per l’insistenza della committenza che si diceva disposta a investimenti importanti (con un acconto milionario! Anche se poi la redditività del lavoro non fu proporzionale all’impegno e ai rischi corsi; ma la soddisfazione professionale fu enorme, per me e sono sicuro per tutti quelli che parteciparono a quell’impresa).

Me la puoi tradurre in numeri?

In pratica costruimmo intorno alla riseria un’enorme voliera, solo che i piccioni erano all’esterno. In primis dovemmo posizionare dei piloni lunghi 9 m interrati per 1/3 dovendo disporre di una luce di 6 m per consentire il passaggio di veicoli di grandi dimensioni, il cui transito avveniva attraverso porte che si aprivano a comando per richiudersi velocemente dopo il loro passaggio. 

Non riesco a immaginare quanta rete antintrusione fu messa in opera?

In effetti arrivava a camionate! La copertura superava i 10.000 mq ed era costituita da una rete con maglie di 5 x 5 cm, mentre per le pareti verticali le maglie erano 1,9 x 1,9 cm e, se ben ricordo, la superficie perimetrale era pari a m [(100 x 6) x 2 + (150 x 6) x 2] ≈ 3.000 mq.

Davvero impressionante, una voliera (se non sbaglio i calcoli) di 18.000 mc di volume! E chissà che programma di manutenzione?

In effetti per parecchi anni fummo impegnati a “rammendare” gli strappi procurati soprattutto dal transito dei muletti e alla cattura dei piccioni che riuscivano a penetrare nella struttura e che poi vi rimanevano intrappolati. Il tutto terminò dopo qualche anno perché la riseria si trasferì nel vercellese.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker