NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Contenere la diffusione del virus | Dimensione Pulito
Area TecnicaSicurezzaPrima Pagina

Contenere la diffusione del virus

Il nuovo coronavirus si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, è importante dunque che vengano applicate misure di igiene e misure di distanziamento sociale per limitare e rallentare la diffusione del virus

di Cristina Cardinali

La malattia provocata dal nuovo Coronavirus ha un nome: COVID-19 (dove CO sta per corona, VI per virus, D per disease e 19 indica l’anno in cui si è manifestata). Come altre malattie respiratorie, l’infezione da nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. Raramente può essere fatale. Generalmente i sintomi sono lievi e a inizio lento. Alcune persone si infettano, ma non sviluppano sintomi né malessere. La maggior parte delle persone (circa l’80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti.

La via di trasmissione da temere è soprattutto quella respiratoria, anche se il virus può sopravvivere sulle superfici alcune ore (ancora in fase di studio).

Misure di igiene

Oltre alle indicazioni di starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso è sempre utile ricordare l’importanza di una corretta igiene delle superfici e delle mani. L’uso di detergenti a base di alcol è sufficiente a uccidere il virus. Per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’1% (candeggina).

Disinfezione e lavaggio delle mani

Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono la chiave per prevenire l’infezione. Ci si deve lavare le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%).

Utilizzo mascherine

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se si sospetta di aver contratto il nuovo coronavirus e si presentano sintomi quali tosse o starnuti o se ci si prenda cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus. L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. 

Indicazioni su come utilizzare la mascherina:

  • prima di indossare la mascherina, lavarsi le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • coprire bocca e naso con la mascherina assicurandosi che sia integra e che aderisca bene al volto
  • evitare di toccare la mascherina mentre la si indossa, se si tocca, lavarsi le mani
  • quando diventa umida, sostituirla con una nuova e non riutilizzarla;
  • togliere la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina; gettarla immediatamente in un sacchetto chiuso e lavarsi le mani.

Misure di distanzaiamento sociale

Ai provvedimenti come la promozione di una maggiore igiene delle mani o  l’utilizzo di mascherine sono stati previsti altri interventi di distanziamento sociale, com l’isolamento dei pazienti, l’individuazione e la sorveglianza dei contatti, la quarantena per le persone esposte, la chiusura delle scuole e dei luoghi di lavoro, l’adozione di metodi per lezioni scolastiche/universitarie e lavoro a distanza. Rientrano in questo tipo di misure i provvedimenti che limitano l’assembramento di persone, come le manifestazioni sportive, fino ad arrivare alla restrizione dei viaggi internazionali.

A cosa servono

Le misure di salute pubblica introdotte in questi giorni hanno lo scopo di evitare una grande ondata epidemica, con un picco di casi concentrata in un breve periodo di tempo iniziale che è lo scenario peggiore durante un’epidemia per la sua difficoltà di gestione. Le misure indicate dalle autorità, per essere efficaci, vanno seguite nella loro totalità.

Nuovo coronavirus                                                        

Un nuovo Coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo. In particolare quello denominato SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV), non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan, Cina, a dicembre 2019.

SARS-CoV-2

Il virus che causa l’attuale epidemia di coronavirus è stato chiamato “Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2” (SARS-CoV-2). Lo ha comunicato l’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV) che si occupa della designazione e della denominazione dei virus (ovvero specie, genere, famiglia, ecc.). A indicare il nome, un gruppo di esperti appositamente incaricati di studiare il nuovo ceppo di coronavirus. Secondo questo pool di scienziati il nuovo coronavirus è fratello di quello che ha provocato la Sars (SARS-CoVs), da qui il nome scelto di SARS-CoV-2.

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.