News

Il ruolo delle donne nel mondo del lavoro

Un altro dei principali temi affrontati durante la prima giornata del Forum Pulire è stato quello dell'affermazione della donna in ambito lavorativo

“Oggi le donne devono contribuire alla nascita di leadership diffuse nella community, è necessario che ci sia meno concorrenza e più sintonia, perché chi è veramente brava emerge da sola e la comunità la riconosce. Le donne sono più libere e questo dipende non solo dall’indipendenza economica, ma anche da quella culturale”Questo ha affermato Virginia Tiraboschi, senatrice di Forza Italia e imprenditrice, durante la conferenza riguardante il tema della donna, evento che ha caratterizzato  la prima giornata della V edizione del Forum Pulire 2020, la biennale multidisciplinare e internazionale dedicata all’igiene, organizzata da ISSA PULIRE NETWORK.

“In questo anno di pandemia e di crisi le leader donne si sono distinte più dei leader uomini affrontando meglio le situazioni in cui sono state chiamate a intervenire – è stato il parere di Lia Quartapelle, deputata del PD – “In Italia lavora il 48% di donne e il 67% di uomini e le donne guadagnano meno degli uomini a parità di mansioni. Il Recovery Fund è un’occasione storica perché servirà a fare riconversione ecologica e digitale, due settori a preponderanza maschile. Lo si può sfruttare per colmare la distanza uomo-donna nel mondo del lavoro, che si può ottenere anche con investimenti nel settore della cura, in cui le donne lavorano di più”.

Ha aggiunto l’attore, regista e produttore Luca Barbareschi: “Per favorire la ripartenza economica, non servono elemosine, ma va ridata dignità al lavoro. Io ho lavorato in aziende di pulizie e mi sembra incredibile che oggi le stesse aziende trovino difficoltà a reperire lavoratori. In questo settore lavorano tantissime donne, ma donne eccezionali sono in tanti ambiti”.

Per la crescita economica del Paese, è importante porre attenzione sullo sviluppo della cultura: “Le donne possono essere il traino della società, ma come gli uomini devono ripartire dalla cultura. Abbiamo bisogno di ‘pulizia’ anche a livello culturale, che parta da corsi di filosofia ed etica, materie che sembra non servano e invece aiutano a creare le basi di una crescita” – spiega l’economista Giulio Sapelli.

Il Forum proseguirà il 20 e 21 ottobre 2020, in versione digitale e multilingue.
 

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker