MercatoAziende & Prodotti

Tecnologie GATE/SprayTeam, sanificazione dei luoghi pubblici green e innovativa

Il sistema di nebulizzazione EWS 

EWS è una configurazione della tecnologia GATE/SprayTeam di sanificazione a basso impatto ambientale per ambienti e superfici, anche particolarmente esposti al rischio di contaminazione biologica e virale, che garantisce la sicurezza delle persone e degli operatori nei luoghi di lavoro. 

I dispositivi di erogazione di soluzioni di acido ipocloroso per la sanificazione indoor sfruttano il principio della nebulizzazione a secco (dry fog), che permette di diffondere la  soluzione di acido ipocloroso come microscopiche goccioline di dimensioni < 5 micron.  Questa nebulizzazione consente una diffusione capillare in tutto l’ambiente e su tutte le

superfici, ma garantendo al tempo stesso di non bagnare né danneggiare ciò con cui  viene a contatto. Può quindi essere utilizzata ovunque, anche dove siano presenti carte e arredi, computer e apparecchiature delicate. Ambienti come medici, industriali o del materiale rotabile ferroviario potranno quindi essere approcciati con la tranquillità di non evidenziare fenomeni di deperimento precoce che altre tecniche commercialmente disponibili fanno fatica ad assicurare. 

La durata del trattamento dipende dalla dimensione dell’ambiente da trattare. Come criterio generale, si tenga conto del fatto che il sistema di nebulizzazione a secco è in  grado di sanificare da 10 a 20m3 /minuto utilizzando circa 100 ml di soluzione di acido  ipocloroso a 300 ppm. In queste condizioni, si ottiene fino al 95-99% di abbattimento della carica batterica e fungina su tutte le superfici, compresi il pavimento e le pareti. 

Un test realizzato nel luglio 2020 dall’Unità Operativa Microbiologia del Dipartimento della Medicina diagnostica e della prevenzione dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna ha testato l’efficacia dei sistemi GATE/SprayTeam contro il SARS-CoV2. 

L’EWS è già utilizzato da molte decine di aziende manifatturiere, oltre che dalle imprese e cooperative che si occupano di pulizie e di sanificazioni. Negli ultimi mesi sono state avviate collaborazioni anche con molti enti pubblici, aziende che gestiscono trasporti (in primis Trenitalia e TPER) o grandi organizzazioni come la Marina Militare. 

Progetto HWS: sanificazione sicura e sostenibile per gli ambienti sanitari 

Il progetto di ricerca più ambizioso della partnership GATE/SprayTeam è rappresentato dall’ HWS Healthcare Water System, che si è aggiudicato il bando della Regione Emilia Romagna per prodotti e servizi innovativi per combattere il coronavirus e contrastare rischi futuri di nuove pandemie. L’Healthcare Water System è una speciale configurazione della tecnologia GATE con Electrolyzed Water e rappresenta quindi un’attrezzatura a basso impatto ambientale per la sanificazione di ambienti e superfici a uso sanitario, come ospedali pubblici, cliniche private, studi medici, case di cura e residenze sanitarie assistite, particolarmente esposti al rischio di contaminazione biologica e virale, garantendo la sicurezza delle persone e degli operatori nei luoghi di lavoro. In attesa della qualifica di Presidio Medico Chirurgico da parte del Ministero della Salute, la ricerca sarà orientata in particolare a rispondere a tre quesiti scientifici fondamentali:

 

  1. L’acqua nebulizzata a secco a base di acido ipocloroso è efficace contro la carica microbica ambientale e patogena eventualmente presente, e contro i virus? 

L’efficacia dell’acqua elettrolizzata nebulizzata verrà confermata grazie alla  collaborazione con la Prof.ssa Peggy Marconi e Dott.ssa Mariaconcetta Sicurella del gruppo di Biochimica, Immunologia e Microbiologia del Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche dell’Università di Ferrara. I test verranno eseguiti su piccola scala in camera di plexiglass dove verranno simulate le condizioni di nebulizzazione in ambiente. 

  1. L’acqua nebulizzata a secco a base di acido ipocloroso è sicura per le persone e gli operatori? 

La collaborazione con il Prof. Giuseppe Valacchi e la Dott.ssa Mascia  Benedusi del Dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico-specialistiche dell’Università di Ferrara permetterà di utilizzare questi modelli cellulari 2D e  3D per verificare gli effetti della nebbia di acido ipocloroso su occhi, naso,  bocca, polmoni e pelle, simulando il passaggio attraverso tutto il tratto  respiratorio, sulle mucose oculari e sulla pelle. 

  1. L’acqua nebulizzata a secco a base di acido ipocloroso è sicura per le superfici e i materiali con cui viene a contatto? 

La consulenza con il Dott. Alessandro Gessi e il suo gruppo di ricerca di ENEA, sede di Bologna, permetterà di effettuare test mirati e di comprendere, attraverso prove di esposizione ripetute, in quali condizioni i trattamenti possano essere eseguiti in totale sicurezza per i materiali e per quanto tempo possano non essere riscontrati effetti negativi. 

Le verifiche tecniche, che saranno completate entro marzo 2021, sono effettuate in  collaborazione con l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, che sostiene il progetto e collabora alle sperimentazioni sul campo. 

La partnership tecnologica e produttiva tra GATE e SprayTeam non si ferma qui, però. E sta già proseguendo con la ricerca e la realizzazione di nuove applicazioni innovative, come ad esempio i portali per sanificare le persone che entrano nelle strutture  ospedaliere e assistenziali, ma anche nelle scuole o nei centri commerciali. Per contribuire a fornire ambienti di vita, lavoro e socialità più puliti, sanificati e sicuri per l’ambiente e le persone.

www.sprayteam.it

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker