MercatoAziende & Prodotti

Tecnologia e qualità in cantiere

Per imprese di pulizia e aziende, RCM implementa sui propri prodotti nuove tecnologie a servizio dell’igiene e della sicurezza.  MY permette di ottimizzare e controllare i costi. RADAR consente di monitorare in tempo reale lavapavimenti e spazzatrici.

RCM ha scelto di semplificare le operazioni che possono risultare complesse o ripetitive: l’utilizzo di sistemi di ottimizzazione e controllo integrati nelle lavapavimenti e nelle spazzatrici limita gli errori e consente di affidare le macchine per la pulizia anche ad operatori non particolarmente esperti, riduce la necessità di manutenzione straordinaria e i fermo macchina, semplifica la gestione delle flotte di macchine per la pulizia, ottimizzando tempi e risorse.

MY: LA TECNOLOGIA CHE PROGRAMMA E OTTIMIZZA

MY è la funzione che permette di scegliere e fissare i parametri di lavoro della propria lavapavimenti in base alle condizioni di sporco e dal tipo di pavimento. MY è una tecnologia che permette di ottenere risultati di pulizia costanti nel tempo ottimizzando i costi e riducendo i consumi per sessioni di pulizia più green.

Grazie a MY è possibile regolare la pressione delle spazzole, dosare la giusta quantità di acqua e di detergente, in base alle esigenze e alle specifiche situazioni.

La tecnologia MY è disponibile sulle lavapavimenti GIGA, ICON e TERA di RCM. Resa oraria, riduzione dei consumi e quindi dei costi, semplicità di utilizzo, controllo a distanza e ridotta manutenzione fanno di queste lavapavimenti degli strumenti di lavoro professionali, efficienti e affidabili, per un uso intensivo.

RADAR: IL PORTALE PER MONITORARE E PERSONALIZZARE LA FLOTTA

Oltre alla tecnologia MY, RCM ha sviluppato un sistema di monitoraggio per le sue spazzatrici e le sue lavapavimenti: RADAR, un portale web raggiungibile da qualunque dispositivo multimediale.

Questo portale web, facile da usare da qualsiasi dispositivo, è dotato di un sistema GPS e collegamento dati GPRS che permette di monitorare da remoto la posizione della macchina, i dati di utilizzo (come lo stato di carica delle batterie, i valori di consumo dei motori e gli alert), l’eventuale sconfinamento dalle aree assegnate, il furto e comprova l’avvenuto servizio svolto.

I report ottenuti permettono di migliorare la performance della macchina allungandone la vita media.

www.rcm.it

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker