NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Il 65% degli italiani teme di contrarre malattie sui mezzi pubblici
News

Il 65% degli italiani teme di contrarre malattie sui mezzi pubblici

Secondo una ricerca commissionata Initial Italia, gli italiani sono attentissimi all’igiene, ma in alcuni luoghi il timore di ammalarsi è maggiore

Prendere i mezzi pubblici è la soluzione scelta da molti italiani per andare a lavorare, portare i figli a scuola, fare shopping o uscire con gli amici. I vantaggi sono innegabili – si evita il traffico e ci si sposta spesso con più facilità – ma bisogna anche fare attenzione all’esposizione a germi e batteri.

Initial, azienda specializzata in servizi per l’igiene e profumazioni per ambiente, ha commissionato un’indagine a Doxa con l’intento di scoprire il rapporto tra gli italiani e l’igiene. Tra i risultati, si scopre che il 69% di studenti e giovani lavoratori (18-34 anni) teme di contrarre infezioni proprio mentre viaggia sui mezzi pubblici, percentuale leggermente più alta rispetto alla media nazionale (65%). Questo timore risulta più diffuso al Sud (69%, contro il 61% nel settentrione).

Di sicuro, tutti gli italiani (o quasi) sono d’accordo sul fatto che la scarsa igiene sia la prima causa di malattie/infezioni (il 93%). Questo dato viene rafforzato analizzando tutti gli aspetti che vengono associati al concetto di igiene: il 72% vi associa la cura di sé e degli ambienti dove si vive, mentre per il 61% igiene è sinonimo di sicurezza degli ambienti intesi come protetti da malattie, contagi e infezioni.

In generale, sono le nuove generazioni – in particolare nel Nord Italia – ad essere più attente alla trasmissione di infezioni tramite batteri o virus, con percentuali che sono quasi sempre al di sopra della media nazionale. Ad esempio, il 49% degli intervistati ritiene che la mancanza di igiene possa causare la trasmissione di problematiche dermatologiche anche gravi, e questo dato sale al 54% se si prende in considerazione la fascia d’età 18-24 anni. Allo stesso modo, il 47% degli italiani si fa spaventare dal rischio di contrarre micosi e verruche, contro il 53% dei più giovani.

Dai dati raccolti emerge che c’è molta meno paura di quanto si creda delle punture o dei morsi di insetti e parassiti (28%) e ancora meno tra gli intervistati (il 15%) pensa che la spossatezza e la debilitazione fisica possano essere elementi che favoriscono lo sviluppo di infezioni (percentuale che sale al 27 se si considerano i giovani tra 18 e 24 anni).

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.