NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Il viaggio estremo | Dimensione Pulito
IN EVIDENZACantieri

Il viaggio estremo

Con circa 219 milioni di passeggeri all’anno, la stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao nella Cina orientale è una delle più grandi stazioni ferroviarie del mondo. Ricorda molto un labirinto, i cui segreti solo pochi conoscono: Zhu Hongyan è una di loro

Mancano circa dieci minuti prima che il treno espresso per Pechino lasci la stazione quando una giovane donna si precipita verso Zhu Hongyan. Il treno dovrebbe partire dalla piattaforma otto e l’enorme sala d’attesa ha disorientato la donna. Zhu le spiega dove deve andare e la accompagna per qualche metro nella giusta direzione. Con la sua valigia in mano, la donna corre verso la barriera del biglietto e lo fa appena prima che le porte si chiudano.

Zhu Hongyan è in realtà il vice capo della squadra di pulizia della stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao. Ma il suo lavoro spesso le impone di improvvisare. Mostra ai passeggeri dove andare. Li aiuta quando hanno perso i loro telefoni cellulari o anche quando hanno bisogno di assistenza medica. Il suo titolo potrebbe essere quello di manager, ma è invisibile ai più. Eppure, allo stesso tempo, in una stazione ferroviaria considerata una delle più grandi del mondo, è indispensabile.

Zhu Hongyan è il vice capo della squadra di pulizia della stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao

Fino a 45 ore in treno

Ogni giorno, la stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao accoglie circa 400.000 viaggiatori. Vengono da tutta la Cina e parlano 300 diverse lingue, oltre ai dialetti locali. Da qui, i passeggeri viaggiano in tutto il paese. Un viaggio in treno per Kunming, che si trova a circa 2.500 chilometri di distanza, richiede fino a 36 ore. Un viaggio a Ürümqi, a 4000 chilometri di distanza, dura 45 ore. Per questo motivo, molti viaggiatori portano con sé cibo a sufficienza per diversi giorni, imballato in sacchetti di plastica. I banchi offrono prelibatezze locali: tofu marinato nel tè, arachidi al peperoncino arrostito e prugne secche. Più tè verde zuccherato e cola. A volte i biglietti del treno terminano con qualche giorno di anticipo. I passeggeri arrivano presto per non perdere il loro treno e poi preferiscono dormire in stazione per qualche ora prima di partire, spesso con la testa appoggiata su una valigia in mezzo al trambusto.

La pulizia è una priorità

“È sempre pieno qui”, dice Zhu. La 40enne indossa una camicia bianca e pantaloni blu. I suoi capelli sono appuntati perfettamente. Ha lavorato per cinque anni presso la stazione ferroviaria che si trova da ovest della città. All’inizio lo vedeva un lavoro come un altro. Oggi per lei è un privilegio speciale. Sebbene molti viaggiatori notino a malapena i suoi colleghi, Zhu vede questo come un segno che sta svolgendo bene il suo lavoro. “Se è pulito, i passeggeri si sentono bene”, dice. Questo è un altro motivo per cui la pulizia è una priorità.

La stazione ferroviaria è un sistema complesso, il cui ritmo è ben compreso da Zhu. Si muove attraverso il caos con uno scopo. Nella sua squadra, della quale è responsabile per il secondo e il terzo piano dell’edificio a tre piani, ci sono 30 colleghi per turno. In passato, Zhu avrebbe potuto camminare fino a 50.000 passi al giorno. Quest’anno, il suo datore di lavoro Huatie Lüfu ha iniziato a utilizzare le macchine per la pulizia di Kärcher. Questo ha reso il lavoro di Zhu e del suo team molto più facile. Pertanto, il conteggio dei passi è sceso a soli 10.000 al giorno. Passa il resto del tempo sulla B 250 R, una lavasciuga uomo a bordo, e fa il suo giro attraverso l’infinita stazione ferroviaria.

Le macchine garantiscono sicurezza

Quasi tutti i viaggiatori portano con sè un thermos per il tè, che possono riempire con acqua calda nei bagni e sui treni. Molti passeggeri che devono affrontare lunghi viaggi mangiano uno spuntino veloce prima di partire. In presenza di residui, Zhu e la sua squadra erano prima sempre pronti a prendere secchi e spazzoloni. “Ma le superfici si asciugavano troppo lentamente”, dice. I passeggeri dovevano essere tenuti lontani dalle aree bagnate per ridurre al minimo il rischio di incidenti. Oggi possono guidare sulle aree sporche con le loro macchine, lasciandole asciutte e campestabili fin da subito.

Il team comunica tramite walkie-talkie per coordinarsi secondo le necessità. A partire da quest’anno, qui vengono utilizzate più di 50 macchine Kärcher. Sono disposte in vari punti attorno all’edificio. Le piccole macchine sono fabbricate in Cina; quelli di grandi dimensioni sono importate dalla Germania. Zhu non è mai stata lì, ma ha familiarità con il paese ora che usa i suoi numerosi prodotti di alta qualità. La Germania è conosciuta come “terra della virtù” in lingua cinese.

Un altro segreto che solo Zhu conosce è il suo ufficio. Il modo in cui evoca i romanzi di Harry Potter, in cui solo i maghi ne conoscono l’ingresso. Per raggiungere l’ufficio di Zhu, i visitatori devono passare attraverso un negozio di giocattoli in cui gli eroi dell’infanzia cinese sono ammassati sugli scaffali. Dietro la cassa c’è una porta quasi invisibile con una piccola serratura d’argento. Il tasto giusto apre le porte di una stanza che, a giudicare dall’esterno, non si penserebbe mai che potesse esistere. All’interno c’è un divano, una scrivania, un frigorifero e un forno a microonde. È una piccola oasi di tranquillità dove il personale può pranzare, discutere i piani di lavoro e passare le pause.

La più grande migrazione di persone nel mondo

Il periodo dell’anno più stressante comprende i giorni intorno al Festival di Primavera. Il capodanno cinese si celebra a fine gennaio o febbraio di ogni anno. Per la celebrazione, fino a 700 milioni di persone si recano nelle loro città d’origine e la maggior parte di loro prende il treno. Il Festival coinvolge la più grande migrazione umana di massa nel mondo. I viaggiatori sono carichi di regali. Coloro che possono permetterselo portano ai loro genitori un cellulare dalla città. Gli agricoltori portano alle loro famiglie i loro frutti più succosi. Maiali interi sono impacchettati e caricati sulle spalle.

Per Zhu, questo periodo dell’anno può essere difficile. La quarantenne ha vissuto a Shanghai per più di dieci anni. Insieme a suo marito, lavora per l’impresa statale. La sua città natale si trova ad Anhui, una provincia a poche centinaia di chilometri di distanza. È difficile per le persone che non sono nate a Shanghai registrare i propri figli nelle scuole della città.

Per questo motivo, sua figlia vive con i nonni. “Mi chiede spesso perché tutti gli altri genitori ritornano a casa per il Festival di Primavera, ma non io”, ci dice. La voce di Zhu trema leggermente al ricordo. “Ma sono stata in grado di aiutare gli altri bambini a rivedere i loro genitori”, dice oggi. Che anche questo la renda orgogliosa è evidente dal modo in cui la sua postura si raddrizza. Annuisce in modo deciso. Anche questo è semplicemente parte del suo lavoro. Può anche prendersi una pausa una volta che il Festival di Primavera è finito e le cose sono tornate alla normalità. Quindi Zhu sale sul treno per tornare a casa con suo marito – naturalmente dalla stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao.

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.