NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
MercatoAziende & Prodotti

Comac protagonista assoluta di Interclean 2018!

Comac è stata ancora una volta tra i protagonisti assoluti di Interclean, la grande fiera internazionale di settore, che si è svolta ad Amsterdam dal 15 al 18 maggio 2018. All’interno del padiglione 1 del vasto quartiere espositivo olandese, l’azienda di Verona guidata da Giancarlo Ruffo si è proposta nello stand 421A in una veste elegante e dinamica, che ha saputo catalizzare l’attenzione dei numerosissimi visitatori, sintetizzando efficacemente il “phatos” del digitale, con la storia di questo leader mondiale nella produzione di tecnologie per l’igiene professionale.
L’AD di Comac Spa, Giancarlo Ruffo, da sempre profondo conoscitore e acuto osservatore della manifestazione olandese, che ha visto nascere e crescere in tanti anni, riporta con entusiasmo il clima di fiducia e positività: «Ho vissuto un evento molto intenso partecipato e ricco di proposte stimolanti per il nostro comparto produttivo. Interclean ha confermato, ancora una volta, di saper intercettare al meglio l’innovazione tecnologica in atto, offrendo un’esaustiva panoramica di un mercato in sempre più rapida evoluzione. Come produttore italiano sono fiero di aver dimostrato tutto l’impegno e la costanza che mettiamo nello sviluppo di nuove ed esclusive soluzioni».

Il grande stand, sapientemente ideato nell’allestimento, per veicolare visivamente i valori di accoglienza e ospitalità che caratterizzano da sempre la mission aziendale, è stato un azzeccato elemento d’impatto visivo che è riuscito a porre Comac al centro della manifestazione. “Credo che tale scelta sia stata premiata dall’incessante afflusso di ospiti che hanno manifestato vivo interesse per le nostre macchine. Per noi, il contatto umano con i distributori, le imprese e i clienti, riveste un’importanza fondamentale, anche nell’era di internet, che certo ha un ruolo prezioso per informare, mantenendo viva la curiosità verso quanto produciamo, ma non può sostituirsi al rapporto diretto, face to face, tra le persone».
Nell’arco dei quattro giorni di questa fortunata edizione i numerosissimi visitatori hanno avuto modo di osservare e testare sul campo le più recenti e innovative produzioni del marchio scaligero. «In questi anni – afferma convinto il leader di Comac -, l’azienda è cresciuta sul piano produttivo e finanziario, rispondendo con tempestività alle grandi sfide della green economy, della geo-localizzazione, della digitalizzazione, dell’economia circolare e dell’internazionalizzazione dei mercati, come testimoniato dal confortante processo di espansione della nostra rete commerciale in ogni parte del mondo. Abbiamo puntato a costruire macchine per la pulizia sempre più potenti, efficienti, robuste e sicure, attente al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale. Penso, ad esempio, alla versione rinnovata della C85-100, una lavasciuga pavimenti uomo a bordo storica e di grande successo di Comac, a 36 V e da 160-170 litri, resa più attuale con un nuovo design e avanzatissimi contenuti tecnologici. Nella sua versione più accessoriata è disponibile con display touchscreen, telecamera posteriore, sensore anticollisione posteriore, light pack, pistola per la pulizia dei serbatoi e lancia di aspirazione. Ovviamente una macchina di questa portata non può mancare di tettuccio di protezione per lavorare in completa sicurezza. Tra le uomo a bordo abbiamo rinnovato anche la serie Innova 65/75/85/100 e la Optima».
«La prestigiosa vetrina di Interclean – prosegue Ruffo – ci ha offerto anche la possibilità di presentare l’evoluzione della piccola lavasciuga Vispa, la Vispa Next, dotata di batterie al litio che consentono di caricarla velocemente in qualsiasi momento, così da avere la macchina sempre pronta all’uso». Comac ha dedicato spazio anche alle recenti tecnologie come il sistema di riciclo dell’acqua Non-stop Cleaning System, con cui è possibile risparmiare fino a 300.000 litri di acqua all’anno e il sistema per la gestione delle flotte CFC – Comac Fleet Care.
Tramite il CFC è possibile sapere dove si trovano le macchine, mantenere sotto controllo il loro stato, visualizzare le informazioni di utilizzo e ricevere subito una notifica in caso di guasto.
Conclude l’AD di Comac, «Interclean 2018 ha consolidato la nostra convinzione di disporre di un know how assai competitivo e di vera eccellenza. Il che, se da un lato ci pone oggi più che mai al vertice internazionale tra i produttori mondiali del professional cleaning, dall’altro ci carica di responsabilità, stimolandoci a dare il meglio di noi stessi per raggiungere con tenacia nuovi e più avanzati traguardi produttivi».
www.comac.it

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.