NOTIZIE DAL MONDO Let’ s talk about cleaning
IN EVIDENZA
Pulizia profonda per vini d’eccellenza | Dimensione Pulito
Prima PaginaAttività di pulizia

Pulizia profonda per vini d’eccellenza

Nel vigneto toscano La Braccesca, le uve dei vini rossi di alta qualità maturano sotto il caldo sole toscano. Alle operazioni di pulizia delle cantine, ci pensa Kärcher

La Braccesca è un pittoresco vigneto che si trova nel sud della Toscana in una delle migliori regioni vinicole d’Italia, a mezz’ora di distanza dalle città medievali di Montepulciano e Cortona. Il vino è coltivato fin dal Medioevo in questo luogo magico: La Braccesca è unica poiché l’azienda produce vini di qualità in due regioni di provenienza designate che, nonostante siano così vicine, sono completamente diverse.

L’ex area centrale della tenuta si estende per oltre un centinaio di ettari a Montepulciano. I pendii toscani producono il Vino Nobile di Montepulciano dal tradizionale vitigno Sangiovese, che si fregia dell’ambita classificazione DOCG. Nella zona di Cortona, si coltiva invece il Syrah, una varietà aromatica non originaria di questa zona. Piantando vitigni internazionali sulle colline italiane, La Braccesca è in grado di produrre un vino pregiato dalla qualità unica.

Un processo delicato

Ad aprire la porta della cantina, è l’enologo Fiamma Cecchieri, l’esperta che ha guadagnato rapidamente la stima nel settore della viticoltura in cui lavorano prevalentemente uomini. Infatti, i suoi colleghi la chiamano scherzosamente “la Regina delle cantine”. Fiamma trascorre la maggior parte del tempo nelle cantine con le grandi vasche di acciaio inox o nella “barriccaia”, la cantina dei barrique dove i vini pregiati maturano in botti di rovere. Per prima cosa al mattino, controlla le condizioni dei vini più giovani, testa ogni campione, fa le sue valutazioni e decide come procedere. 

Quando le uve fresche vengono scaricate, le operazioni diventano frenetiche. Le prime ore sono estremamente importanti e influenzano tutti i processi successivi. Le botti speciali di rovere, barriques e tonneaux svolgono un ruolo fondamentale. La Braccesca, che appartiene alla famiglia Antinori – una delle più antiche famiglie enoiche del mondo – da quasi 30 anni, utilizza botti di rovere francese per il Syrah e rovere ungherese per il Sangiovese.

Oltre all’origine, le dimensioni e l’età delle botti influenzano anche lo stile e il gusto dei vini. Soprattutto, la quercia deve essere accuratamente pulita per evitare che i microrganismi nocivi possano interrompere il processo di maturazione dei vini. 

La pulizia delle botti…

La pulizia gioca un ruolo importante nella produzione del vino. Tutti i contenitori di trasporto e i serbatoi che entrano in contatto con le uve o il vino devono essere assolutamente privi di particelle e residui. A La Braccesca, questo è assicurato dall’uso di macchine e dispositivi Kärcher, come le idropulitrici ad acqua calda e fredda dotate di accessori speciali, come il pulitore per botti BC 14/12. Quest’ultimo è uno speciale dispositivo ad alta pressione che viene quindi inserito nel foro della botte. Una testina rotante pulisce l’interno della botte in modo uniforme e completo. Il dispositivo, a spruzzo è indicato per la pulizia di recipienti con cocchiume realizzati a norma DIN, nonché di altri contenitori e fusti, soprattutto botti in rovere con una capacità compresa tra 225 e 600 litri. La testa di pulizia viene posizionata nel serbatoio attraverso un’apertura di diametro minimo corrispondente.

Una pompa ad alta pressione separata viene collegata al dispositivo per pulizia interna tramite un flessibile per alta pressione. L’acqua viene quindi estratta dalla botte tramite l’idropulitrice a caldo e motore raffreddato ad acqua di Kärcher HDS 9/18-4 M. La macchina ha prestazioni di pulizia altamente efficienti, garantite dalla tecnologia brevettata degli ugelli, pistoni in ceramica, turbocompressore e maggiore efficienza della pompa. L’esclusiva modalità eco!efficiency, la progettazione ottimizzata del bruciatore e altre caratteristiche come l’interruttore per la regolazione della durezza dell’acqua garantiscono il giusto equilibrio tra le prestazioni di pulizia richieste e la massima protezione ambientale. Il pannello di controllo è intuitivo ed ergonomico, proprio come i vani porta accessori. HDS 9/18-4 M risulta anche comoda da utilizzare: la pistola ad alta pressione EASY!Force, grazie a una speciale tecnilogia, minimizza gli sforzi dell’operatore attenuando gli effetti del contraccolpo dovuto all’alta pressione, mentre i raccordi a sgancio rapido EASY!Lock agevolano i collegamenti velocizzandoli di cinque volte rispetto ai tradizionali sistemi a vite.

… e quella dell’area accoglienza

Nell’area di accoglienza del vigneto – nella quale si accolgono i clienti e si ospitano degustazioni di vini -, lo staff utilizza invece una lavasciuga Kärcher per garantirne un aspetto ordinato e pulito. La referenza è una delle Lavasciuga Pavimenti Compatte BD 50/50 C Bp Classic. Si tratta di una lavasciuga a batteria, senza trazione, con spazzola a disco. Il serbatoio acqua sporca -di grande capacità, con galleggiante di chiusura aspirazione a serbatoio pieno- ha il tubo di svuotamento controllato e risulta facile da pulire. Il Serbatoio acqua pulita è nel corpo macchina: questo garantisce stabilità anche a inizio lavoro. La lavasciuga presenta chassis fonoassorbente, potente turbina per un’ottima aspirazione, barra d’aspirazione con inclinazione regolabile e sostituzione labbra senza attrezzi. Il pannello di comando è semplice e intuitivo, così come l’operazione di riempimento dell’acqua pulita, che avviene sul fronte macchina. 

Così, nasce un vino pregiato

L’interno della spaziosa cantina Barriccaia è fresco e l’umidità viene regolata automaticamente. Il Vino Nobile trascorre la maggior parte del tempo nelle botti di legno. Viene solo decantato in bottiglie dopo un anno, dopo di che invecchia per altri dodici mesi in cantina. La variante più lunga, etichettata con il suffisso “Riserva”, viene lasciata invecchiare per almeno 24 mesi. La scelta della quercia è molto importante per mantenere il carattere toscano dei vini: “dovrebbe parlare da sé” dice Fiamma. “Rosso rubino ed equilibrato, i vini pregiati dell’ultima vendemmia conserveranno solo una leggera nota di quercia quando saranno gustati tra circa due o tre anni, una volta maturati nella tranquillità della cantina.” 

Tag
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Hey, abbiamo notato che stai disattivando le pubblicità!

Per garantire la migliore esperienza utente e la massima serietà ai nostri sponsor il nostro sito può essere visualizzato solo dagli utenti che non utilizzano tecniche informatiche per evitare le pubblicità. Per favore, per procedere con la navigazione, considera di disattivare AdBlock.